Cuor di polenta

A casa mia la domenica non era domenica se non veniva servito in tavola il coniglio in umido o arrosto assieme a una bella polenta.

Faceva tanto festa, era l’unico pranzo della settimana che ci vedeva  riuniti (eravamo 7!) e io lo amavo particolarmente.

Quando mi sono sposata ho cercato di portare questa tradizione in eredità, ma non sempre sono riuscita, il pranzo della domenica era importante, ma spesso la polenta veniva sostituita da nuove ricette con le quali mi cimentavo per sorprendere e stupire la mia famiglia.

Siccome rimane sempre e comunque un cibo che amo tanto, qualche volta a sorpresa la propongo per cena, accompagnata da un bel piatto di ragù o di lenticchie.

La polenta è un alimento umile ma versatile che si abbina a tanti piatti senza mai sfigurare. Nel corso della storia ha salvato dalla fame tante persone, con dignità e fierezza.

Fare la polenta è un gesto antico, che scalda il cuore, prima ancora di saziare la fame.

(Gian Paolo Spaliviero)

Il mistero della sua riuscita è frutto della combinazione tra il vigore della fiamma e la sapienza nel mescolare.

C’è una bella storia che vorrei condividere con voi, scritta dal grande padre David Maria Turoldo, un uomo di fede, ma anche un grande scrittore e poeta.

Continua a leggere “Cuor di polenta”