LE RICORRENZE

Ci pensavo da giorni a questa ricorrenza.

Mi domandavo come avrei fatto a trascorrere indenne questa giornata senza esserne consumata dai ricordi.

Perché i giorni normali, quelli che si infilano uno dietro l’altro come perle di una collana, sono più semplici da gestire basta riempirli di pranzi, cene, lavatrici, spesa, e si fa in fretta ad arrivare a sera.

Ma i giorni contrassegnati dalle ricorrenze, quelli sì che sono faticosi da attraversare e la tentazione di scavalcarli è irresistibile.

Poi mi è venuta un’idea.

Mi sono ricordata di quanto amavi i Panzerotti, quando li cucinavo per tutta la famiglia e per i fidanzati.

Allora stasera li ho invitati tutti qui, li ho preparati e ti abbiamo celebrato, abbiamo brindato a te, riconoscenti e grati per tutto il tempo in cui ti abbiamo avuto accanto a noi.

Ce la stiamo mettendo tutta per andare avanti, per costruire un presente in cui non ci sei fisicamente, anche se della tua presenza è piena la casa.

Saresti fiero di noi e della nostra forza.

Buon compleanno amore mio.

I PANZEROTTI DI DAVIDE

Preparate un impasto per la pizza come lo fate di solito, oppure se non avete tempo,acquistatelo già pronto che va benissimo. Considerate che con un chilo di pasta vengono circa 60 panzerotti.

Come prima cosa vi consiglio di iniziare con la preparazione del ripieno.

Prendete tre mozzarelle oppure  una confezione da  400 grammi di formaggio per la pizza e tagliatele a cubetti, unite una lattina di polpa di pomodoro, due cucchiai di olio, un pizzico di sale e uno di organo, mescolate bene e versate il ripieno in un colapasta con buchi molto piccoli che poggerete dentro un contenitore così che raccolga tutto il liquido in eccesso.

Coprite e mettete in frigo per almeno un paio d’ore (più lo lasciate meglio è).

Nel frattempo stendete la pasta della pizza, e con un coppa pasta del diametro di 9 cm ricavate dei cerchi, se non l’avete, andrà benissimo anche il coperchio di un contenitore che avete in casa: è importante che non sia troppo grande, più sono piccoli i panzerotti, più sono appetitosi.

Quando avrete preparato tutti i cerchi di pasta, prendete il ripieno che nel frattempo dovrebbe essere diventato asciutto e sodo e con un cucchiaino riempite tutti i panzerotti. Io ne ho preparato anche qualcuno con la Nutella, che sono sempre molto apprezzati.

Mi raccomando, il momento del sigillo è molto delicato, i panzerotti devono essere ben chiusi altrimenti durante la frittura il ripieno potrebbe uscire.

Quando avrete terminato, iniziate a friggerli in abbondante olio caldo,fate attenzione perché cuociono velocemente. Depositateli su carta assorbente e poi trasferiteli nelle teglie.

Per mangiarli assieme ai vostri ospiti vi suggerisco quando sono pronti, di metterli nel forno riscaldato e spento, coperti con alluminio, fino al momento di servirli.

Nel frattempo potrete pulire fornelli e pentole  e gli ospiti al vostro arrivo non sentiranno troppo l’odore di fritto.

Provate e postate :-).

.

2 pensieri su “LE RICORRENZE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...