L’attesa

Nonostante mi appaia lento il trascorrere di questo periodo della mia vita, mi rendo conto che Natale si avvicina fin troppo velocemente.

Quest’anno lo temo, vi dico la verità, temo l’impatto emotivo che potrebbe avere sul mio povero cuore 💘  e cerco di non pensarci.

Ma mentre mi sforzo di tenere a bada questo pensiero, intorno a me i preparativi incalzano 😢 .

Posso temporeggiare per quanto riguarda l’allestimento dell’albero e del presepe, ma non posso certo sottrarmi alla preparazione del calendario dell’Avvento che deve tradizionalmente partire il primo giorno di Dicembre.

Quest’anno, con l’aiuto della mia sempre creativa terzogenita, ne abbiamo preparato uno speciale per la nostra Sara (visto l’imminente compleanno, diciamo che questa è la prima sorpresa che riceverà 🥰  🥰 ).

Se anche voi siete alla ricerca di un’idea semplice ma carina da realizzare in questa pigra e fredda domenica di inverno, seguiteci nella preparazione.

CALENDARIO DELL’AVVENTO DI SARA

OCCORRENTE
-25 BUSTE (di quelle che avete in casa, di tutti i formati e colori che preferite)
-25 MOLLETTE DA BUCATO (anche queste sono sicura che non vi mancheranno!)
-ETICHETTE ADESIVE
-25 BUSTINE DI TISANE (facoltativo, noi le abbiamo scelte perché Sara adora le tisane e in questo modo ne troverà una diversa per ogni giorno di dicembre, ma voi potrete inserire anche regalini a seconda dei gusti di chi aprirà le buste (bustine di tè, di figurine, bigliettini con frasi carine, insomma sbizzarritevi e poi naturalmente raccontatelo qui)
PROCEDIMENTO:
Abbiamo inserito una tisana in ogni busta e l’abbiamo chiusa con l’etichetta adesiva sulla quale abbiamo scritto i numeri da 1 a 25.
Abbiamo tirato un filo di spago in un angolo della casa che si prestava (guardatevi intorno sono sicura che ne troverete uno perfetto!) sul quale abbiamo appeso le buste con le mollette da bucato.

Ecco il risultato!

Sara ti piace 😅 😅  ?

Mentre ci dedicavamo alla preparazione di questo bellissimo calendario, ho pensato un po’ a questa piccola parola, attesa, composta da sole tre sillabe, ma così ricca di significati.

In fondo cos’è l’attesa?

E’ il frammento di tempo che intercorre tra l’istante in cui si prevede un evento e quello in cui si verifica.

Un tempo vuoto e annoiato, inquieto e trepidante, ma sempre carico di emozione, un tempo nel quale rimaniamo sospesi in compagnia dei nostri soli pensieri.

La durata dell’attesa spesso si prende gioco di noi: interminabile quando vorremmo che volasse, breve quando ci piacerebbe che si dilatasse nel tempo. Ciò che la regola in realtà, è il sentimento che riempie il nostro cuore in quel momento: più sarà intenso, più il tempo sembrerà non passare mai.

Se ripenso alle attese della mia vita, ne ricordo di talmente emozionanti da mozzare il fiato.

Quando un test di gravidanza mi ha rivelato che sarei diventata una mamma, ha avuto inizio per me una delle  attese più importanti della mia vita e se ripenso ai quei nove mesi, pur essendo composti da tanti giorni e infinite ore, alla fine sono volati.

Ricordo l’attesa del risultato degli esami ai quali si sottoponeva di continuo mio marito durante la sua malattia.

Attese che ci strappavano di dosso la speranza, che trascorrevamo tenendoci per mano ciascuno sospeso dentro i suoi pensieri che per una sorta di pudore evitavamo di condividere.

Le attese hanno la capacità di sollevarci verso il cielo e di farci precipitare crudelmente.

Eppure dell’attesa non possiamo fare a meno, attendiamo qualcosa che non siamo sicuri di poter avere: l’amore, quello vero che ci porti in salvo dalla solitudine; la guarigione da una malattia, il ritorno di qualcuno che ci ha lasciato, un figlio che cambierebbe i nostri giorni a venire, attendiamo di trovare un senso negli eventi che ci capitano.

Attendiamo qualcosa che arriverà per certo, la primavera, la pioggia, il sole, la mietitura, il Natale e l’Anno che verrà, perché abbiamo bisogno anche di credere che l’attesa porti certezze e non soltanto dubbi e paure. 

«L’attesa è il futuro che si presenta a mani vuote»
Michelangelo Buonarroti

L’attesa genera aspettative, ma porta con sé anche una speranza di cambiamento e tocca a noi adoperarci per trasformarla in un’occasione che ci faccia scorgere nuove strade da percorrere.

Vivere l’attesa rende capaci di sperare; «se oggi non sappiamo attendere più, è perché siamo a corto di speranza»
(A. Bello).

Una buona domenica a tutti voi e se volete tenermi compagnia durante questa attesa senza perdere nemmeno un articolo di questo blog, potete iscrivervi cliccando QUI, a me farebbe molto piacere. 🥰  🥰 

9 pensieri su “L’attesa

  1. L’attesa questa ‘amica’, accompagna ogni piccolo grande avvenimento. L’unico modo che conosco per intrattenerla è non pensarci e anzi fare altro, mi sembra così passi più in fretta. Altre volte invece è emozionante perché foriera di ogni possibilità e allora diventa più bella, a volte, del poi, del certo.
    Ti mando un abbraccio, a presto

    "Mi piace"

    1. Silvia, a volte anche per me è efficace non pensarci, ci sono attese che proprio non sopporto e allora mi dico “Perché devo investire tempo ed energia ad aspettare? Tanto arriva comunque ciò che deve arrivare, il tempo non si ferma” . E sì, devo dire che funziona.
      Ti abbraccio anch’io

      "Mi piace"

  2. Giuliana

    L’attesa e’ di per sé momento Magico….nell’attesa c’e’ la parentesi che ci porta a qnto desiderato…per me e’ già parte del viaggio :). Quella temuta, come dici tu, e’ qlla qndo aspetti l’esito di un esame medico, qlla e’ terribile…purtroppo, nn ci possiamo sottrarre…ma fa parte ella Vita e nn possiamo farci nulla ! L’altra invece e’ fantastica… Almeno per me ! E costruendone tante…la Gioia e’ perenne !

    "Mi piace"

  3. Il vostro calendario dell’avvento è bellissimo, e sono tentata di farlo anch’io per la mia adolescente, anzichè acquistare quello già fatto con i cioccolatini. Quando era piu’ piccola l’ho fatto, ho fatto tanti sacchettini numerati con piccolissimi regalini e li ho appesi all’albero, lei è stata felicissima! Per quel che riguarda l’attesa, concordo in pieno, per me spesso è fonte di angoscia, quel vuoto mi destabilizza e spesso mi viene da riempirlo con pensieri poco positivi, penso spesso al peggio che puo’ accadere, ma razionalmente so che è anche speranza, perchè non è già accaduto qualcosa di brutto e puo’ accadere qualcosa di bello.
    Ti sono vicina in questo momento che credo sia molto duro, ti auguro che come il Natale è ogni anno una rinascita, così sia per te, con la prospettiva anche del momento che segue, la rinascita della natura, della vita, la primavera.

    "Mi piace"

  4. interessante davvero il tuo articolo sull’attesa. si attende qualcosa e il senso della speranza … il nostro atteggiamento dell’attesa , cosa succede nel nostro cuore quando siamo in attesa … io sto aspettando concretamente la fine dei tempi critici del lockdown per poter andare a Milano a vedere mia sorela a casa sua e sto aspettando in senso astratto la fine di questi tempi critici per poter inco,minciare daccapo una nuovs vita, diversa da quella del passato e per ricostruire poichè secondo me, il mondo era già volto verso la fine a causa della crisi dei valori e il covid ne ha dato la botta finale. (capisco che è troppo astratto quello che dico ma È quello che penso) ciao e grazie del contributo

    Piace a 1 persona

  5. Rosanna Ippolito

    Ho letto con piacere questo tuo articolo sull’attesa. L’attesa è il momento in cui aspetti che qualcosa di bello si realizzi però a volte può anche essere un momento di forte preoccupazione dovuto all’attesa di un responso medico o altro.

    "Mi piace"

  6. Pingback: Cento di queste pagine – Comodamentesedute

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...