MARMELLATA DI CILIEGIE

Domenica mattina di quelle indolenti.

Squilla il telefono. “Siete a casa? Arriva Maurizio con una cosa per voi”.

Maurizio e Assunta sono una coppia di amici di quelli a noi cari, molto cari.

Maurizio arriva puntuale con una grande quantità di ciliegie meravigliose.

dav

Sono le prime della stagione e portano tanta allegria sulla tavola.

Dopo esserci riempiti la pancia, decido di preparare un po’ di marmellata.

Di solito mi cimento con frutta più semplice, fragole, pesche, prugne.

La marmellata di ciliegie scoraggia sempre un po’ perché richiede molto più impegno, essendo un frutto piccolo con un nocciolo antipatico.

Ma di tempo in questa domenica pigra ne abbiamo e allora perché no?

Ecco la mia ricetta, poi se vorrete darmi consigli o suggerimenti, saranno bene accetti.

PREPARAZIONE

Innanzitutto, dopo averle letteralmente sottratte a mia figlia che contava di mangiarsele tutte quante prima del termine della giornata, le ho lavate con cura sotto l’acqua corrente non una, ma due anche tre volte e soltanto durante l’ultimo lavaggio, ho tolto il picciolo. Per affrontare l’arduo compito di togliere il nocciolo, sono andata a curiosare su Google e guardate cosa ho scoperto:

Geniale vero? Io non avevo la bottiglia e ho usato un vasetto dal collo sottile

dav

ma il risultato è stato molto soddisfacente. A quel punto le ho pesate. Erano poco più di un chilo, le ho messe in pentola, ho aggiunto 500 grammi di zucchero (a noi piace dolce!) e una spruzzata di limone.

sdr

Ho lasciato cuocere a fuoco lento per circa 45 minuti mescolando ogni tanto, poi le ho frullate con il minipimer, perché in famiglia non amiamo i pezzettoni. E venuta una bella purea. Nel frattempo ho riempito i vasetti di acqua molto calda  (io uso il bollitore per fare prima) e li ho lasciati così fino al momento in cui la marmellata era pronta per il travaso. A quel punto li ho svuotati e asciugati dentro e fuori, e poi ho versato la marmellata ben calda fino al’orlo, li ho chiusi molto bene e poi li ho subito capovolti lasciandoli così fino al completo raffreddamento.

Una bella etichetta ha completato il lavoro.

dav

E’ venuta molto buona. Fare la marmellata con la frutta che ci viene data in dono è un grande privilegio. Quando la mangeremo in autunno, ci torneranno alla mente i nostri amici e quel pensiero renderà la nostra colazione piacevole. Un cesto di ciliegie oggi mi ha raccontato tante cose e mi sento immensamente grata per questo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...