COMODAMENTESEDUTE PERCHE’

Ci sono donne che difficilmente si mettono comodamente sedute.

Su un divano poi, figuriamoci.

Una donna si siede perché dove siede ha da lavorare.

Siede davanti a una postazione di lavoro.

Siede di fianco a un marito da sostenere, a un figlio da incoraggiare, a un genitore da ascoltare.

Siede se ha da cucire o da leggere una ricetta o da guardare un programma  TV che difficilmente ha scelto.

Siede per guardare meglio gli aloni del vetro che sta pulendo, o la polvere accumulata sul mobile bianco che a prima vista si nasconde.

Siede per prendere in braccio un cucciolo che sia d’uomo o di animale

Una donna si siede per nascondere un dolore che altrimenti si vedrebbe stando in piedi, per ingoiare lacrime che se mentre le versi guardi il pavimento, forse gli altri non se ne accorgeranno.

E quando siede a tavola, sta in pizzo alla sedia, pronta a scattare in piedi se qualcuno dei commensali avanza una richiesta o ha terminato di mangiare prima di lei.

Nasciamo in piedi noi donne perché ci illudiamo di tenere sotto controllo le persone e le situazioni, perché è stando in piedi che ci illudiamo di proteggere chi ci circonda, perché la vista dall’alto ci convince che ce la possiamo fare, sempre, a venirne fuori.

http://www.comodamentesedute.wordpress.com nasce come un invito.

Un invito a prenderci un tempo che nessuno altrimenti ci concederebbe mai.

Un invito a regolare il respiro, a metterci in ascolto prima di tutto di noi stesse, e poi di altre donne, perché alla fine sono loro quelle che alla fine ci comprendono per davvero.

Ma va oltre.

E’ un invito a sederci comodamente su un divano, comodo, morbido, confortevole.

Il logo di questo blog, egregiamente creato dalla matita di Susanna Biollo ed elegantemente vestito a festa da Martino Pennati ai quali esprimo gratitudine e amore, racconta proprio di un divano, dove comodamente sedute, vi invito a raccontare della vostra vita, delle vostre emozioni, dei vostri mal di pancia, delle vittorie e delle sconfitte, dei giorni che funzionano e di quelli che sembrano rotti e da buttare, di quelli che volano e di quelli interminabili, esattamente come faccio io.

Vi aspetto.

8 pensieri su “COMODAMENTESEDUTE PERCHE’

  1. Roberta Fumagalli

    Ciao Gio, Bellissimo e molto vero . Quando riesco a stare comodamente seduta solo per me stessa? Quasi mai ; lascio il “quasi “ per non togliermi anche la spettanza di riuscirci prima o poi.

    Magari qualche volta scrivo qualcosa …. bella idea . Brava ! La solidarietà tra donne da’ forza.

    Un abbraccio Roberta , Inviato da iPhone

    >

    "Mi piace"

  2. Silvia

    Quanto hai ragione Giovanna, poter dire Oh adesso mi siedo .. è una conquista in questa casa! Però a dirla tutta non sono nemmeno una da seduta comoda io, sono spesso seduta in pizzo magari con il cane (che se la dorme beato) tra lo schienale e me.. Mi riconosco molto in quello che descrivi di noi donne e il divano, oggetto di arredo che godo poco. Forse è il caso che ci mettiamo comodamente sedute qualche volta perchè ce lo meritiamo un abbraccio Silvia

    "Mi piace"

    1. Altroché se ce lo meritiamo Silvia. Purtroppo ci portiamo dietro anche storie di infanzia che non si dimenticano, io ricordo che se stavo seduta sul divano per più di cinque minuti, la mia mamma mi diceva “Non hai niente da fare? Se vuoi ti do io qualcosa”. Ancora adesso a volte mi sembra di sentirla 🙂
      Ti abbraccio

      "Mi piace"

      1. francy7783

        Quanto tutto cio è vero… Ed allora eccomi qui, ne approfitto di un momento che la mia piccola creatura dorme, e mi prendo 5 minuti comodamente seduta sul mio divano per continuare a leggerti e a farmi ispirare, io che di strada ne ho ancora da fare per diventare donna speciale come te… una piccola pausa prima che mi rimetta alle attività che noi donne non smettiamo mai di fare. Un abbraccio a te e a tutte le tue lettrici!

        "Mi piace"

      2. Ciao Francy benvenuta a bordo…le donne iscritte a questo blog sono tutte speciali, te compresa, ti conosco bene e so quanta strada hai percorso per diventare ciò che sei. Fiera della tua amicizia 🙂

        "Mi piace"

  3. gessica

    Cara Giovanna, riesci sempre a scrivere in modo naturale cose che noi donne viviamo, cose che ci accomunano tanto, come lo stare “sedute” ahahah sorrido ripensando allo stare in “pizzo alla sedia a tavola” perchè mi ci ritrovo davvero, tra una richiesta e l’altra dei miei bimbi….si pranza e cena, al “volo”, praticamente 😉 .
    In questo anno particolare pero’, come ci inviti giustamente tu, mi sono ripromessa di dedicarmi maggior tempo e soprattutto maggiore attenzione……perchè se noi stiamo meglio, anche chi ci vive vicino beneficerà degli effetti positivi, e mai come oggi me ne rendo pienamente conto. Ti abbraccio fortissimo!!!!!

    "Mi piace"

    1. Gessica cara, quando poi in famiglia ci sono bimbi piccoli, lo stare seduta diventa davvero una complicazione non indifferente. Io ricordo che mi riposavo nel momento in cui allattavo i mie bimbi…comodamente seduta :-).Ti abbraccio e tu sai perché.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...