In evidenza

Scacciapensieri

“Lloyd, che fine hai fatto?”
“Stavo mettendo ordine tra i suoi pensieri, sir”
“Lavoro impossibile, Lloyd. Non avrò mai la testa a posto”
“Ma potrebbe avere posto nella testa, sir”
“Per avere altri pensieri?”
“O dare spazio a chi li merita, sir”

Vita con Lloyd

Era da un po’ che pensavo alla miriade di pensieri che ci passano per la testa ogni giorno, a quanto siano liberi di entrare e uscire dalla nostra mente senza che si possa fare qualcosa per fermarli, per raccoglierli, per scacciarli o rimuoverli.

Pesanti come pietre o leggeri come piume, sempre pronti a perturbare la nostra vita, inafferrabili, incontenibili, nobili o vergognosi, ne arrivano ogni giorno a centinaia.

Pensieri che tolgono il sonno e aggiungono ansia, che spremono incuranti lacrime e risate.

E mentre mi arrovellavo su come fare per metterli un po’in ordine, guardate che bel pensiero mi è arrivato dal mio secondo fratello  (il primo ve l’avevo già presentato, Enrico ve lo ricordate?)

Continua a leggere “Scacciapensieri”

La resistenza delle carote

Certe sere quando fatico a prendere sonno, ho l’abitudine di indirizzare la mia mente verso la preparazione del menù per il giorno successivo.

Ho scoperto che questo genere di pensieri poco impegnativi è piuttosto rilassante, concilia il sonno e soprattutto mi tiene alla larga da scomode riflessioni che mi porterebbero inevitabilmente a una bella notte insonne.

Dico la verità, detesto girarmi e rigirarmi nel letto alla ricerca del sonno perduto.

Eppure avrete sperimentato certamente anche voi che basta davvero poco a volte per perdere il sonno. Magari andiamo a letto stanche morte dopo una giornata pesante, ma appena posiamo la testa sul cuscino, la mente si inerpica su sentieri tortuosi e finisce che anziché addormentarci, ci svegliamo del tutto.

Continua a leggere “La resistenza delle carote”