Cento di queste pagine

Quando ho iniziato a scrivere dentro questo blog ormai quasi un anno fa, lo ammetto, avevo poche idee e ben confuse, e non immaginavo nemmeno lontanamente quanto sarebbe durato questo cammino e soprattutto dove mi avrebbe condotta.

Mi ero ripromessa soltanto una cosa, di dare valore ad ogni singola pagina che avrei pubblicato, perché le parole che scegliamo per raccontare storie hanno un peso, volano dirette al cuore delle persone e muovono sentimenti, creano stati d’animo, rievocano ricordi e per questo vanno maneggiate con cura. Per questo è importante pensarle bene prima di pronunciarle, di scriverle, essere rispettosi dei contenuti che pubblichiamo, concentrandoci a lungo sulle conseguenze che potrebbero avere sulle persone.

Le parole si depositano leggere, ma strato dopo strato nel tempo, diventano come granito che non si scalfisce e appunto diventano pesanti, quasi insopportabili da sostenere.

Con questo post oggi celebro le mie prime cento pagine e chiedo scusa se scrivendole, inconsapevolmente, ho ferito qualcuno, ma soprattutto ringrazio chi non si è ancora stancato di leggermi e leggendomi, ha colto un’opportunità di fermarsi a riflettere, che di questi tempi, non è proprio cosa da buttare.

In questa bizzarra e calda domenica di fine Febbraio, vi invito a ripercorrere la storia di questo blog, cliccando sugli articoli che volete rileggere, che vi siete persi, o che avevate dimenticato e se ne avete voglia, a raccontarmi il vostro preferito, quello che ha raggiunto la parte più profonda del vostro cuore e condividerlo 👇🏽 👇🏽   (inutile dirvi che a me farebbe molto piacere!).

E da domani si riparte con la pagina 101 🥰 

100 Cento di queste pagine

14 pensieri su “Cento di queste pagine

  1. Silvia

    Dopo un anno penso che Il bicchiere mezzo pieno sia ancora così attuale …

    Comunque leggerti è sempre un piacere e per me è una diventata una così bella abitudine!

    ancora non ho avuto l’occasione di leggere tutti i tuoi scritti ma piano piano ce la farò!

    grazie ancora per tutte le emozioni che mi dai!

    un abbraccio silvia

    Piace a 1 persona

  2. fuoritempofuoriluogo

    Scrivere un blog corrisponde a raccontare una parte di sé. Le tue prime 100 pagine non sono solo pagine sul web ma costituiscono parte della tua identità. Complimenti ☺️
    Maria Domenica

    Piace a 1 persona

Rispondi a Lorena Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...